Tre nuovi Beni FAI partecipano al progetto

Casa e Torre Campatelli a San Gimignano (Si), Castello di Masino a Caravino (To) e Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (Pd) sono i tre nuovi Beni del FAI che hanno aderito al progetto.
Anche in questi luoghi è partito da qualche settimana il percorso di formazione organizzato da L’abilità onlus e FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Gran parte dello staff di questi Beni è coinvolto nella definizione di strumenti per l’accessibilità cognitiva, quali, ad esempio, le storie sociali, i testi in easy to read e le mappe sensoriali.
L’approccio metodologico della fase formativa e progettuale è basato sulla condivisione e sulla partecipazione attiva a partire dalle competenze tecniche di chi vive e lavora in questi luoghi ogni giorno.
I materiali e le proposte sono infatti realizzati su misura e tengono in considerazione caratteristiche, esigenze, punti di forza e criticità di ogni Bene o museo coinvolto.
La finalità ultima è l’inclusione e il pieno godimento del patrimonio culturale da parte di tutti. 

A partire da settembre inizieranno le prime sperimentazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...